Sent on 2015-10-29
Notizie
Minibond IFIR su ExtraMOT per 1,6 milioni di euro
28 OTT 2015 | IFIR(Istituti Finanziari Riuniti)sceglie la strada dei minibond per finanziarsi. La piccola società di intermediazione finanziariacon sede a Nola (Napoli) che fa capo alle famiglie Izzo (28,73%), Papa (29,57%) e Rainone (20,59%) oltre che a una quartina di altri soci tra professionisti e imprenditori, hainfatti collocato un piccolo prestito obbligazionario da 1,6 milioni di euro suddiviso in due tranches.
In arrivo il primo minibond short term. Lo emetterà ETT
26 OTT 2015 | barcherà tra una decina di giorni all’ExtraMot Pro il primo short term o liquidity minibond, cioè un minibond a scadenza molto breve, che in sostanza va a sostituire la cambiale finanziaria. Lo scrive MF Milano Finanza in edicola da sabato 25 ottobre, sottolineando che dall’inizio dell’operatività del mercato dedicato alle emissioni obbligazionarie delle società non quotate, nel febbraio 2013, gli emittenti di cambiali finanziarie, si contano sulle dita di una mano e sono Finanziaria Internazionale, General Finance, Boni e ETT.
Isaia: dopo i minibond, il family buyout. Clessidra in pole position
26 OTT 2015 | La napoletana Isaia alla ricerca di capitali per finanziare lo sviluppo oltrefrontiera. Dopo l'emissione di due minibond, lo scorso luglio, è di questi giorni la notizia dell'apertura del capitale a investitori esterni. Molti i private equity interessati. Superfavorito, Clessidra. Come riferiscono i rumor in circolazione, Gianluca Isaia, insieme alla sorella Alessandra e ai cugini Massimiliano ed Enrico, sarebbe alla ricerca di un adeguato sostegno per i piani di crescita futuri e, allo stesso tempo, di un modo per soddisfare l'intenzione di uscire dall'azienda manifestato da molti membri non operativi e da una parte del team di sarti.
Approfondimenti
MINIBOND SCORECARD: MARKET TRENDS - Main indicators as of July 31th 2015
31 AGO 2015 | The period May-July 2015 has really been prolific for the Italian market and the issues never stopped not even during the summer. The results of this first part of 2015 is absolutely positive, with more and more SMEs that choose to access the private debt market. Here’s a snapshot of the Italian Minibond market in the first seven months of 2015 and the main developments compared to the previous Minibond Scorecard presented in May:
BAROMETRO MINIBOND: MARKET TRENDS - DATI AGGIORNATI AL 30/09/2015
05 OTT 2015 | Nel corso dell’ultimo anno, soprattutto, il numero delle PMI che hanno scelto il minibond come forma di finanziamento, è in costante crescita. In progressiva riduzione il tasso di interesse applicato e il taglio medio delle singole emissioni, in linea alle necessità specifiche delle piccole e medie aziende italiane virtuose. Da quando a fine 2012, il legislatore italiano è intervenuto per favorire l’emissione di strumenti di debito (Mini-Bond, cambiali finanziarie, obbligazioni partecipative) da parte delle Piccole e Medie Imprese (PMI), eliminando fra gli altri vincoli fiscali che ostacolavano l’emissione di capitale di debito da parte di Società non quotate in borsa, molte cose sono cambiate per le piccole aziende italiane.