Mini bond, 8 mila le imprese italiane che li potrebbero emettere

Mini bond, 8 mila le imprese italiane che li potrebbero emettere

Sono almeno 7.892 le società di capitali con i requisiti necessari che potrebbero potenzialmente accedere al mercato dei mini-bond gli strumenti che, grazie ad una serie di successivi interventi normativi e di natura fiscale, consentono un accesso diretto ai mercati dei capitali da parte delle imprese di piccole e medie dimensioni anche non quotate in Borsa. A stabilirlo è uno studio realizzato da CRIF Rating Agency, la prima agenzia di rating italiana ad emettere rating regolamentari e riconosciuti a livello europeo, avendo ottenuto nel 2011 la registrazione come Credit Rating Agency (CRA).